Un post sotto l’albero (anzi 135+1)

Dopo tanta attesa e partecipazione anche quest'anno è disponibile per il download gratuito "Post sotto l'albero", una raccolta di 135 post ideata e creata da Sir Squonk.


Anche quest'anno all'interno non troverete il mio Psla. Tuttavia ho fatto un miglioramento rispetto agli anni scorsi: l'ho scritto, solo in ritardo rispetto alla data di consegna richiesta dal Sir per la pubblicazione. Purtroppo e io le deadline ultimamente non andiamo molto d'accordo.

Ho pensato allora di scriverlo qui: lasciarlo in bozza mi sarebbe sembrato alquanto incoerente.

UNA VITA IN BOZZA

La vita è come un post.

Quando viene creata non possiamo immaginare bene cosa diventerà. Sappiamo cosa ha reso possibile la sua nascita e quale sarà la sua casa ma finché non inizia a crescere non riusciamo con precisione ad intuire quale aspetto e quale sostanza la caratterizzeranno e la renderanno unica agli occhi di chi la guarda.

Bisogna viverla per saperlo.

E allora ecco che il mondo si divide tra quelli che copiano il post altrui perché hanno fretta di dire sempre qualcosa fregandosene dell’originalità e dell’autenticità; quelli che cambiano sempre template perché il loro aspetto non li convince mai e credono sia sufficiente un cambio d’abito o un ritocco qua e là per sentirsi di nuovo in ordine; quelli che guardano continuamente la preview perché hanno paura delle loro azioni e devono controllare ogni minimo cambiamento; quelli che vivono la propria vita in bozza perché credono che si possa fare sempre di meglio, perché non si accontentano, perché aspettano un segnale che indichi l’arrivo del tanto agognato momento giusto.

Il 2010 l’ho vissuto in bozza, cercando, tentando, correndo, rallentando, crollando, saltando, desiderando. Aspettando.

E poi è arrivato Natale.

A Natale non voglio essere una bozza, voglio cliccare il tasto sinistro sul link Pubblica e sentirmi un post.

Un post sotto l’albero.

Nuovamente, La ringrazio.

Idee regalo da comprare online: i miei acquisti natalizi

In questi giorni il mio conto corrente ha avuto un gran scossone identificabile nell’addebito delle operazioni di dicembre con carta di credito. Ovvia conseguenza di una pratica (la quale nel mio caso sta diventando sempre più una consuetudine) che è quella di comprare i regali online. Ho pensato di scrivere un post con alcuni dei miei acquisti e relativi consigli perchè oltre a poter tornare utile l’anno prossimo può dare qualche spunto per idee regalo non solo natalizie.

M&M’S personalizzate

Adoro il sito delle M&M’S, mi piace spesso segnalarlo come un ottimo esempio di Owned Media e quest’anno ne ho avuto la conferma dopo aver effettuato il mio primo ordine nello shop. In particolare ho acquistato le personalized M&M’s, personalizzabili sia nel colore (è possibile scegliere due colori), sia nel testo, sia nel packaging.

Ho comprato due formati diversi: un packaging medio con M&M’s fucsia e arancione e la scritta

:-) XMAS

Le Pine

(ve lo ricordate il regalo dell’anno scorso?)

Questo, invece, è il secondo, più piccolo, e con la scritta

:-) XMAS

LaFra

un pensierino per qualche amichetta e per i miei colleghi

Personalized M&M's

Vi consiglio di dare un’occhiata anche agli altri articoli, dalla cancelleria agli articoli casalinghi, tutti coloratissimi e divertenti.

Gadget Lego

Sia io sia il Mauri siamo grandi fan della Lego e adoriamo navigare nello shop online alla ricerca di gadget.

Per Natale ho deciso di comprargliene qualcuno. Inizialmente avevo optato per la vaschetta per il ghiaccio per creare cubetti a forma di mattoncino insieme ad alcuni articoli di cancelleria.

 

Ho effettuato l’ordine con un certo anticipo, mi è arrivata la conferma via email e dopo una settimana ho provato a controllare lo stato. Non riuscendo a trovare il tracking ho scritto alla Lego che mi ha risposto dicendomi che l’ordine era stato annullato perchè non risultava pagato. Può succedere, ma avrebbero potuto sollecitare il pagamento o comunque avvisarmi dell’annullamento.

Risultato: dopo aver insultato la Lego in tutte le lingue possibili, ho effettuato un nuovo ordine, ho rinunciato alla vaschetta per il ghiaccio (sold out!) sostituendolo con la sveglia di Star Wars, e a Natale Mauri ha ricevuto un biglietto con stampate le immagini dei regali che avrebbe ricevuto.

(22 dicembre)

(7 gennaio)

Flip & Tumble

Segnalazione di Girl Geek Life. Le Flip & Tumble bags sono shopper da portare comodamente in borsetta perchè portano via pochissimo spazio, per la donne attente all’ambiente.

Belle vero? Peccato che non siano ancora arrivate. Oltre a qualche giorno di ritardo nella consegna devo ancora pagare la tassa per la dogana, che è in più rispetto al costo della merce e di spedizione, e non si paga al momento dell’ordine ma prima della consegna.

Conseguenza: per evitare di presentarmi senza regalo ho dovuto comprare delle borsette analoghe da Moronigomma. Deciderò cosa farmene di tutte le bags ordinate!

Biglietti per il teatro

Una bella idea da tenere sempre presente è il biglietto per un concerto o per uno spettacolo teatrale. Quest’anno ho regalato i biglietti per la Bella e la Bestia (meraviglioso!)

e per We Will Rock You.

Su Ticketone è possibile anche acquistare una gift card da 50 e o da 100 euro con un codice da inserire sul sito al momento della prenotazione. Recentemente ne ho comprata una per una mia amica ed essendomi ridotta al giorno stesso del compleanno per prenderla ho cercato il punto vendita più vicino nella sezione "Dove trovare la nostra Gift Card". Mi sono recata presso due degli indirizzi indicati e ho trovato due palazzi con uffici di diverse società, commercialisti, avvocati, etc ma nessuno che avesse una vaga idea di cosa fossero queste gift card. Ho provato a chiedere anche nelle banche vicine ma niente. Per motivi di tempo non sono riuscita ad andare dentro la Ricordi dove vendono i biglietti dei singoli eventi, magari è possibile acquistare la Gift Card lì. Nel dubbio potete farvela recapitare, ovviamente è necessario qualche giorno quindi conviene giocare d’anticipo.

Abbonamento rivista

Un grande classico tra i miei regali, ne avevo parlato già due anni fa. Quest’anno ho regalato l’abbonamento a Wired: oltre ad essere una rivista che mi piace leggere l’abbonamento è decisamente conveniente rispetto al costo della singola copia.