UNA VITA VIRTUALE… la mia: l’intervista doppia

Premetto che avevo intitolato questo post semplicemente “Una vita virtuale” ma poi ho immaginato che in molti avrebbero pensato ad un nuovo articolo su Second Life ed ho ritenuto opportuno specificare che ancora una volta darò un tocco strettamente personale a questo blog parlando semplicemente (…simply…) di me :-) !
In questa occasione però ho intenzione di “sdoppiarmi” e di scindere la mia vita “fisica” da quella cosiddetta “virtuale” ossia quella diciamo basata sull’utilizzo della tecnologia digitale nelle sue forme più svariate; ci tengo a sottolineare che ho volutamente definito la prima “fisica” e non “reale”, termine che generalmente si contrappone a “virtuale”, perché ritengo che tutte e due siano REALI, ossia, suonerà banale e un tantino cacofonico, fanno parte entrambe della realtà: l’una convive con l’altra in una simbiosi senza inizio né fine.
Ecco quindi una breve intervista doppia tra me e me stessa!

COME TI CHIAMI?
Francesca lafra
DOVE RISIEDI?
A Bovisio Masciago, in Provincia di Milano Per molti mesi ho vissuto sulla piattaforma di Blogger ma recentemente ho traslocato su WordPress, in diversi Forum (soprattutto qui e qui)e soprattutto su Windows Live Messenger
DESCRIVI LE TUE PRINCIPALI AMICIZIE
Amiche sincere, come se ne riescono a trovare poche oggi in giro. Le conosco da anni (una dall’età di 10) anche se posso dire oggi, a proposito di altre presunte amiche, che il tempo non è necessariamente garanzia di una vera amicizia. Amici disponibili e anch’essi sinceri, forse anche per forza di cose: il web non può essere usato per avere dei segreti, con il tempo e con una continua frequentazione le persone si scoprono o vengono scoperte.
COME SI SVOLGE LA TUA GIORNATA INFRASETTIMANALE TIPO?
Una dolce voce al telefono mi sveglia (di chi sarà?), mi alzo, prendo il treno, resto in ufficio mediamente dalle 8 alle 10 ore, prendo il treno e torno a casa. La sera mi districo tra uscite con amici/fidanzato, prove di teatro, prove del palio, corso di caraibici e palestra (beh ogni tanto crollo che mi faccio anche la serata a casa con la mamma). Entro in Gmail e controllo la posta, leggo e rispondo agli eventuali commenti dei lettori del blog, grazie a MyBlogLog scopro quali sono gli ultimi lettori ad avermi fatto visita, e se la vita lavorativa di Francesca me lo consente ;-), vado a far visita a loro. Entro nei pannelli di controllo dei Forum a cui sono iscritta, leggo gli eventuali aggiornamenti, rispondo e magari apro nuovi thread.
E LA TUA VITA SENTIMENTALE?
Sono felicemente fidanzata con uragano Sono felicemente fidanzata con uragano

Ce ne sarebbero ancora di cose da dire sulla mia vita virtuale, e su quella di molti altri nelle mie stesse condizioni, ma per ora preferisco fermarmi qui 😉

Technorati technorati tags: , ,

13 pensieri riguardo “UNA VITA VIRTUALE… la mia: l’intervista doppia”

  1. Divertentissimo! Idea pazzesca e simpatica la tua!
    Brava Francesca lafra. Concordo con te nel definire l’essere umano reale e virtuale e sempre di più, senza quasi distinzioni. Nel reale o virtuale siamo sempre noi, con tutti i nostri pregi e difetti.
    Ciaooo!

  2. Grazie mille 😀
    Penso che continuerò a parlare di questo argomento in altri post perchè mi riguarda molto da vicino.. insomma credo che se non vivi questa vita “virtuale” in prima persona non la puoi capire e mi piacerebbe invece che le persone come me non venissero considerate dei “nerd” solo perchè passano molto tempo online e perchè hanno degli amici… che non hanno mai visto nè sentito al telefono eheh.

  3. Devi continuare… Direi che questa è solo la prima puntata di una lunga serie! 😉

  4. Sono d’accordo, è difficile non considerare reale la vita da blogger, poichè ognuno più o meno scrive sul blog le proprie opinioni, esperienze e quindi finisce con il tempo per essere parte di noi stessi, e le amicizie che stringiamo diventano abbastanza reali. Davvero un bel post.

    PS: Hai capito a Uragano?! …ha due fidanzate! 😉

    Ciao “donna anomala” :) …e buona serata.

  5. “Brevettala” questa idea Fra :)

    Prova a lanciarla nella blogosfera questa sorta di meta intervista doppia. Ci metto 50 euro che avrà successo. (Da pagarsi in cena con ovviamente anche il Dott. Uragano)

  6. Bene, brava bis 😉
    bella idea e molto divertente: io credo che ancora le due identità (IMHO) siano separate e proprio per questo adoro i barcamp/likemind e cene tra blogger in genere… magari chi vive nelle metropoli sentirà meno questo problema ma chi come me vive in provincia della provincia si trova a vivere due universi assolutamente paralleli :) (che comunque s’ incontrano in un punto infinito, direi un barcamp)

  7. @ Enrico: OK :-)

    @ Giuseppe: Grazieeee

    @ Andrea: Dici? Beh mi farebbe piacere se qualcuno decidesse di seguirmi in questa iniziativa, tra tante catene questa potrebbe effettivamente essere carina, non ci avevo pensato.. c’è qualcuno che ha voglia di iniziare eheh?

    @ DonnaGio: smack!

    @ Sid: Grazie bis 😉 Secondo me le due identità sembrano separate, o vengono percepite come tali, ma in realtà non lo sono e mi piacerebbe che proprio questo arrivasse a chi si discosta dal web perchè lo considera un mezzo freddo e anti-sociale (pazzi… 😉 )

  8. idea ganzissima..
    complimenti!

    che la tua identità web stia prendendo vita in maniera indipendente rispetto a quella fisica? eh eh

I commenti sono chiusi