LaFra (il blog non la blogger) cambia look

Sono lontani i tempi in cui mi divertivo a cambiare la header del blog alla ricerca di quella che fosse più in sintonia con la mia vita in quel particolare periodo.

Il blog da allora è “cresciuto” insieme alla sua mamma, si è ammalato gravemente, è stato curato, è stato spogliato di ogni indumento per poi essere rivestito di un semplice sacco di juta (non chiedetemi il perché di questa associazione mentale sto cercando di ricordarmelo anch’io scavando nel mio bagaglio bibliografico / cinematografico).

Gliel’ho promesso e finalmente eccolo: un vestito nuovo di zecca.

Vi piace?

A me moltissimo :-D soprattutto perchè ogni componente rappresenta qualcosa che mi riguarda.

La header sembra disegnata a matita, che io prediligo rispetto alla penna, su un foglio di carta, rigorosamente a quadretti. Nel mio lavoro ma anche nella preparazione di alcuni post cerco spesso l’ispirazione partendo da un quaderno e da una matita; è una sensazione bellissima quando il pensiero guida la mano che impugna la matita su un foglio bianco, non trovate?

La signorina con la gonna, seduta con il laptop sulle ginocchia ravvicinate e la testa nascosta dietro allo schermo rappresenta il rapporto tra la tecnologia e il mio inevitabile essere donna. Un po’ di tempo fa, presa da una crisi di blogger-identita’ ho chiesto a chi segue questo blog di rispondere ad una domanda: "di cosa parla lafra nel suo blog (e come ne parla)?". Una delle risposte che mi era piaciuta di piu’ era stata la [mini]affermazione di Gianluca

“rete e marketing con un tocco femminile”? :-D

Credo che in un ambiente in cui la componente maschile e’ decisamente prevalente il tocco femminile quando c’e’ si nota, e non parlo solo di me ovviamente ma di tutte le geek girls: si nota nel modo di scrivere, nell’organizzazione degli eventi, nei rapporti con i propri "simili". Mi faceva piacere trasmettere un assaggio visibile di questo tocco anche in questo blog.

E ora i fumetti che escono dalla testolina della nostra signorina dalle gambe lunghe (magari!): sembrano disegnati a caso ma in realtà ognuno rappresenta uno dei possibili approcci che seguo quando scrivo questo blog:

mi lascio ispirare dagli altri (che quoto)…

…per dare il mio personale punto di vista (spesso convinto anche se non necessariamente convincente ahah)…

 

…e lasciare spazio ad ulteriori riflessioni o commenti (miei o dei lettori ovviamente)

E ora i ringraziamenti! Eh si, perche’ io ho solo orchestrato, i musicisti sono stati altri.

Innanzitutto grazie a Laura, mia collega e amica, per aver realizzato tutta la grafica! Qualcuno mi ha suggerito di organizzare un contest per creare il nuovo template del blog ma io volevo lei, il suo tocco e il suo talento grafico e lei ha accettato!

E poi grazie a Kerouac3001 per avermi aiutato con l’implementazione del tutto! 

A voi i commenti invece eheh.

Commenti aggiuntivi forniti da BackType